Prova Stradale

Una buona diagnosi parte da qui

Testare il mezzo in modo diretto attraverso una prova stradale è di basilare importanza per diversi motivi. Prima di tutto potrebbe capitare che il difetto lamentato dal cliente, basato su una sua sensazione in marcia, non sia sempre quanto poi si riscontra durante il test drive. A volte, quando non si ha modo di avere il mezzo, ci si ritrova a lavorare alla ricerca di una rumorosità che non trova poi riscontro con quanto rilevato internamente al cambio automatico, una volta scomposto ed ispezionato. Quanto avvertito dall’utente potrebbe derivare da componenti esterni o potrebbe essere  risolto, ad esempio, con una lavorazione mirata che non comporti lo smontaggio dell’intero gruppo, concretizzandosi poi in  un notevole risparmio per il portafoglio, ed un sentito grazie da parte del cliente.

Di grande importanza sono quindi, in primis la sensibilità dell’addetto che eseguirà la prova stradale e che dovrà essere in grado di ascoltare ed interpretare il difetto lamentato dal cliente, riuscendo poi a ricostruire e simulare tale difettosità in determinate condizioni ben specifiche,  che possano essere poi utilizzate come base di partenza per una valutazione del reale danno  e della relativa soluzione.

In secondo luogo è basilare la conoscenza specifica del prodotto che si va a trattare e del suo funzionamento.

Un’anomalia che potrebbe risultare la medesima ad un orecchio non allenato,  su due diversi modelli di trasmissione automatica, potrebbe essere eliminata con differenti interventi, semplicemente perché i due gruppi lavorano in modo diverso o sono strutturati differentemente. Non basta infatti definire il prodotto che andiamo a lavorare come un “cambio automatico”(posto che anche questa definizione non è corretta poiché di cambio non si tratta ma di trasmissione). Esistono oggi in circolazione tantissimi modelli partendo da gruppi a  3 rapporti degli anni ‘50 fino ad arrivare ai  9 dei giorni nostri, passando da trasmissione non elettroniche a  quelle gestite quasi totalmente da centraline, per finire poi con gruppi  dotati di convertitore di coppia, quelli con variatore, quelli a doppia frizione ecc..

E’ indubbio che  la diagnosi diventi quindi ogni giorno più complicata.

Come ogni buon “dottore”, noi per primi necessitiamo di valutare bene i sintomi prima di definire di che malattia stiamo parlando, ma senza la conoscenza e la relativa esperienza, sarebbe molto facile sottovalutare un problema grave, così come si potrebbe esagerare nella cura, e quindi nella spesa, a discapito di soluzioni ben più semplici ed in egual misura efficaci.  D’altra parte qui sta il nostro valore aggiunto e quello che spesso ha fatto la differenza.

Nonostante quanto sopra detto comporti una buona dose di impegno, tempo e rischio diretto, la prova stradale è da sempre  fornita gratuitamente ed il tempo di attesa è di circa  40 minuti,  inclusa l’accettazione del mezzo. A parte rimane il tempo necessario alla formulazione di un preventivo e all’analisi dello stesso con il cliente.  E’ pertanto basilare un appuntamento affinché, ad ogni fase, sia data la giusta importanza.

A pagamento rimangono i servizi legati alla prova stradale quali il test diagnostico e il controllo del mezzo su ponte come riportato alla relativa voce di menù.

Richiedi un appuntamento per la tua prova stradale

Le prove stradali si eseguono dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle 10.00 e dalle 14.00 alle 15.30. Se la vettura presenta un problema sarà necessario un test di diagnosi. Il tempo medio tra prova e test è di almeno 1 ora e 30 minuti. Vi preghiamo di compilare il form specificando il motivo della prova ed i giorni eventualmente di vostro interesse e vi ricontatteremo per un appuntamento.

 

Contattaci!

Pin It on Pinterest